Consulenza contabile

Si precisa che tale consulenza non può sostituire il lavoro di un fiscalista, ma si limita esclusivamente ad analizzare e visionare la corretta tenuta delle scritture contabili, consiglia la migliore fiscalizzazione per la gestione dell'ente, rimandando la tenuta della contabilità,  gli adempimenti  fiscali e le procedure,  alla gestione di un professionista iscritto all'albo.
Gli enti che si affidano a tele consulenza possono farsi gestire sotto il profilo fiscale da un proprio professionista di fiducia, qualora sporovvisti possono richiedere la consulenza dello studio commerciale collegato.

ATTENZIONE

Quando ci si affida ad un fiscalista, commercialista, o ragioniere si appurino due cose molto fondamentali:

1)  Il fiscalista è un esperto del terzo settore.

2) Il fiscalista è iscritto all'albo, altrimenti in caso di verifiche fiscali da parte dell'Agenzia delle Entrate o degli organi preposti, non potrà assumere nessuna difesa del vostro ente!


Per gli enti che svolgono esclusivamente attività istituzionale si precisa che la contabilità è tenuta esclusivamente da un registro Entrate /Usicte  tipo libro cassa, la radazione di un bilancio annuale con la convocazione dell'assemblea generale dei soci per la sua approvazione.

In questo caso la consulenza si occupa di:

  • Come compilare un libro cassa
  • Conservazione di scontrini, ricevute, quietanze e fatture d'acquisto
  • Conservazione di ricevute, quietanze d'ingresso
  • Compilazione verbale revisore dei conti
  • Compilazione verbale C.D. bozza bilancio consuntivo
  • Compilazione verbale assemblea dei soci per approvazione bilancio consuntivo
  • Avanzo e disavanzo di gestione
  • Gestione delle attività commercilai occasionali e delle attività istituzionali


Per particolari regimi fiscali agevolati (esp. legge 398), si rimanda la gestione ad un fiscalista esperto del terzo setore.